APRILE NERO PER L’AUTO

                                    Il mercato auto tocca i minimi storici: Aprile in italia  -97.6!

 
 

 

 

Gli italiani e gli altri concittadini europei hanno ripreso a circolare da alcune settimane dopo i ferrei blocchi legati al Corona Virus, ma dal mercato auto arrivano al momento solo brutte notizie. In attesa che in Italia si possa riprendere a muoversi in libertà – al volante, in treno, in nave o in aereo – anche tra differenti regioni, i numeri delle vendite che arrivano dall’Acea (l’associazione europea dei produttori) sono impietosi: nel Bel Paese, infatti, si registra il peggior andamento dell’intero Continente, con un -97,6% a 4.279 unità nel mese di aprile, pari a un -50,7% considerando il primo quadrimestre del 2020.

In Europa la media del mercato auto si attesta su un segno negativo dell’78,3% con 292.182 immatricolazioni dal 1° al 30 aprile, contro le 1.345.181 dello stesso mese del 2019. Rispetto all’arco di tempo 1° gennaio-30 aprile 2020 il calo è stato del 39,1% (3.346.193 autovetture immatricolate).  Ecco invece un confronto anche con gli altri principali paesi: Inghilterra -97,3% (aprile) e -43,4% (gennaio-aprile), Spagna -96,5% e 48,9%, Francia -88,8% e -48%, Germania -61,1% e 31%.

In una nota Acea sottolinea come ” aprile è stato il primo mese completamente interessato dalle restrizioni per la pandemia da coronavirus, con la maggior parte dei concessionari chiusi in tutta Europa. Il dato registrato il mese scorso stabilisce un record in negativo da quando sono iniziate le rilevazioni di mercato”.

Un dato pesantissimo quello del mercato auto, che si augura riprenda il più rapidamente possibile a salire. Basti pensare che nei primi due mesi di lockdown in Italia è stata calcolata una diminuzione della mobilità stradale dell’80%, con sinistri ridotti dell’85,3%, con un risparmi per le compagnie assicuratrici di 25 milioni di euro al giorno.

(Articolo del 30 Maggio 2020 – Fonte Doctor Glass)